NEWS OF THE BLOG

Divide et impera

Sto attraversando un periodo di revisionismo intellettivo.
Durante uno di questi deliri mentali, nel tentativo di ordinare pensieri e progetti, pensavo a Speech come a un progetto intriso di orpelli. La colpa, paradossalmente, è della povertà di contenuti. Pochi ed eterogenei.

Tanto per cominciare, credo che sia giunto il momento di far camminare Fuorigioco! con le proprie gambe. È forse la rubrica principale del blog, ma distrae (me stesso in primis) dagli obiettivi eternamente mutevoli di questo progetto.

Gli articoli del ritaglio sportivo di questo blog saranno quindi trasferiti a questo nuovo indirizzo.

Buona lettura.

Speech 2.0

Nelle prossime ore .: The Phoenix Speech :. andrà online con una nuova veste grafica… Gli ultimi mesi sono stati per me un po’ particolari, e per tutta una serie di motivi ho trascurato alcuni tasselli di quel patchwork che compone la mia vita. Succede quando i molteplici interessi a cui decidi di aggrapparti si tolgono il tempo l’un l’altro, e ti spingono in una caotica situazione nella quale finisci per perdere il controllo su quello che stai facendo…

In una situazione di puro bug  mentale, ho lasciato parecchie cose sospese alla rinfusa cosicché urge riorganizzare le idee. In questo senso questo spazio mi tende una grossa mano: «La scrittura non serve per farsi vedere, ma per vedere», diceva qualcuno.

Così ho deciso di riprendere in mano questo blog, la cui cura è stata ostacolata negli ultimi mesi semplicemente da un po’ di confusione mentale, e di regalargli un nuovo tema grafico un po’ più moderno, meno austero e con un impatto visivo un po’ più disteso. Nulla di trascendentale (anche perché l’idea di fondo mi piace), ma solo una leggera modernizzazione…0

Si apre dunque un nuovo capitolo per questo blog che, dopo avermi accompagnato per lungo tempo assecondando ogni mio grillo in Windows Live Space, si evolve passando alla versione 2.0 della sua wordpressiana epoca. E in tutta sincerità, mi auguro che possa continuare ad evolversi.