A sky full of stars

L’ultima notte di vacanza è star da soli a guardare le stelle.
Mi piacciono. Alcune sono impercettibili, quasi invisibili, e a dirla tutta forse nemmeno esistono davvero. Le immagini soltanto perché hai bisogno di loro. A volte qualche aereo squarcia il cielo, così all’improvviso, come ogni sana rottura di coglioni. Per il resto facce amiche mi sorridono da lontano. 

Le attese mi hanno sempre avvelenato il cervello. La pericolosità dei miei pensieri è direttamente proporzionale alla quantità di tempo che gli si mette a disposizione per crescere e riprodursi. Vorrei essere sufficientemente ubriaco per spezzare il dannato circolo vizioso, ma non così tanto da dover poi vomitare sugli scogli.

Devo ammettere che sebbene abbia raggiunto un livello di pigrizia commovente, è stata un’estate bellissima. Metamorfosi bestiale. Un giorno credo di essermi svegliato con lo stesso grado di stupore di Gregor Samsa, solo non ero un fottuto insetto. La family-reunion, comunque, è stata piuttosto fallimentare.

Non è mai l’ora di dormire.
Devo ancora capire tante cose, eppure nella testa c’è solo l’idea di rivederla.

‘Cause you’re a sky, ‘cause you’re a sky full of stars
I’m gonna give you my heart
And I don’t care, go on and tear me apart

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...